Corso di teatro 1° anno

I° anno della scuola di teatro: varcare la soglia magica

Insegnanti: Elena R. Marino, Silvia Furlan, Ugo Baldessari

Durata del corso: 116 ore + eventuali ore supplementari di prove. Per il rilascio del certificato di frequenza occorre aver frequentato almeno 80% del totale di ore previste.

2 lezioni di prova gratuite: prenotale!

Inizio: martedì 15 ottobre (potrà eventualmente essere attivata una seconda serata il mercoledì)

Calendario: frequenza tutti i martedì (o mercoledì) tranne festività come da calendario della scuola, tranne festività come da calendario della scuola, fino a maggio 2020 + prove da concordare durante un week-end + spettacolo finale in data da concordare (usualmente durante un week-end di giugno).

Orari: dalle 20.00 alle 22.30 fino a dicembre e dalle 20.00 alle 23.00 da gennaio a maggio.

Costo: 550 € in rata unica; oppure 590 € in tre rate: 300 € all’iscrizione, 190 € prima lezione di gennaio, 100 € prima lezione di marzo + 10 € iscrizione e tessera Teatrincorso

Pagamento tramite bonifico:

Causale: nome e cognome dell’allievo e titolo del corso | Intestatario conto: Teatrincorso Associazione Culturale | Banca d’appoggio: Unicredit | Agenzia: F.lli Fontana, Trento | IBAN: IT 34 Q 02008 01805 0000 26865500

Sconti:

Under 29 e studenti UNITN: 499 € in rata unica; oppure 549 € in tre rate: 230 € all’iscrizione, 220 € prima lezione di gennaio, 99 € prima lezione di marzo + 10 € iscrizione e tessera Teatrincorso

Sconti scalari per iscrizione con pagamento della rata unica entro luglio (15%), agosto (10%), settembre (5%). Se dopo aver pagato la rata unica e aver frequentato le due lezioni di prova (solo quelle) l’iscritto decidesse di non proseguire, verrà restituita dalla segreteria l’intera cifra pagata (così anche nel caso in cui l’allievo non avesse mai frequentato per impedimenti personali).

N.B.: gli sconti non sono cumulabili.

Info: formazione(at)spazio14.it – cell: 346.6050763

Obiettivi

Acquisire la consapevolezza degli elementi specifici della dell’agire scenico: il rapporto con il gruppo di lavoro, l’utilizzo dello spazio teatrale e il ritmo della scena.

Programma

Alla base dell’arte del calzolaio c’è il fare scarpe che non facciano male; alla base dell’arte del teatro c’è la capacità di produrre, col pubblico, da elementi molto concreti, un rapporto che funzioni” (Peter Brook)

Argomenti:

  1. Tecniche di respirazione e rilassamento
  2. Movimento espressivo e principi di coreografia
  3. L’improvvisazione teatrale
  4. La costruzione del personaggio
  5. Storia e teoria del teatro
  6. La costruzione di uno spettacolo e la sua messa in scena per il pubblico

L’allievo attore farà esperienza delle tecniche di movimento espressivo, corretto utilizzo della voce e delle intonazioni. Si dedicherà particolare attenzione alla costruzione della presenza scenica, al training fisico e vocale, all’espressività vocale e ai primi elementi di dizione. Per offrire all’allievo la consapevolezza della cultura teatrale e della sua incisività nel patrimonio culturale generale, i corsi annuali di teatro della Scuola triennale prevedono anche l’insegnamento di Storia del teatro e delle poetiche teatrali (a cura di Ugo Baldessari), con lezioni mirate a fornire una visione complessiva della tradizione e della contemporaneità teatrale. Tali tecniche oltre a costituire un arricchimento personale e professionale, verranno esercitate durante il corso nell’ambito di gruppo e applicate durante l’allestimento dello spettacolo finale, previsto per il mese di maggio o di giugno.

Gli argomenti trattati nel corso di teatro 1° anno costruiscono un percorso coerente e organico e fanno parte della tavolozza di tecniche basilari che la disciplina teatrale richiede di affrontare. Ogni intervento di pedagogia teatrale è incompleto e addirittura dannoso se non accompagnato dalla consapevolezza che esistono molti metodi, e che a ognuno si collegano differenti esperienze della scena. Ma la dispersività e la contraddittorietà di un insegnamento non organico può risultare ancora più dannoso e vanificante. Ai fini di un percorso artistico e pedagogico organico, per approfondire una disciplina e ottenere dei risultati occorre selezionare fra tutti il proprio metodo, e seguirlo con intelligenza e coerenza, fino a sviluppare la propria poetica.

Domanda e risposta

Perché si costruisce uno spettacolo fin dal primo anno di corso?

Perché il progetto di messa in scena, che caratterizza i corsi di teatro di Spazio 14, rappresenta la migliore occasione per verificare di volta in volta, attraverso l’esperienza diretta, la validità di quanto studiato con gli esercizi pratici e la teoria. Il teatro si realizza sempre e soltanto nell’incontro con lo spettatore: il corso permette di affrontare l’esperienza del palcoscenico con gli strumenti e la consapevolezza per farne un importante e gioioso momento di crescita.

Viene richiesto al partecipante:
  • abbigliamento comodo di colore nero, possibilmente privo di loghi
  • calzini antiscivolo (oppure si può lavorare sul tappetino danza a piedi nudi)
  • quaderno di appunti e penna, inoltre matita e gomma per appunti e scrittura su copione
  • consigliato ma non obbligatorio: certificato medico di sana e robusta costituzione. In ogni caso si prega di comunicare preventivamente all’insegnante ogni genere di problema fisico anche di lieve entità.