“Odissea 11/18” dom 7 maggio a Spazio 14

Domenica 7 maggio 2017
presso Spazio 14 – ore 20.45

“ODISSEA 11/18”

adattamento e regia di Silvia Furlan
spettacolo finale del corso di teatro per ragazzi dagli 11 ai 17 anni, Compagnia dei Ragazzi “I Graffiti”

In scena: Dmitri Berra, Anna Bolzonello, Mariachiara Cadonna, Irene Di Stefano, Chiara Beatrice Fracalossi, Sveva Ludovica Fracalossi, Lukas Gröbner, Aurora Hechenblaikner, Giacomo Kettmaier, Gioele Maines, Gianluca Martinelli, Arianna Mulinari, Valentina Pallaoro, Alessandro Scieri, Chiara Setti, Francesca Trento, Elisa Villani.

Note di regia
Il capolavoro di Omero è il primo romanzo della letteratura occidentale. L’Odissea, è un poema di viaggi e incantesimi, nel quale troneggia una figura di eroe del tutto particolare: ardimentoso in mezzo a mille pericoli, fra genti aliene e selvagge, mostri e prodigi. È Ulisse (Odisseo, in greco); un protagonista che ci mostra un’altra dimensione della forza dell’uomo: una forza non più muscolosa come negli eroi classici della mitologia, ma una forza intellettuale che si esprime di volta in volta in capacità di persuasione, intuito vivissimo, astuzia geniale. Un leader, tout court.
Ma che succede quando il viaggio (della crescita e della conoscenza) lo devono affrontare degli adolescenti (11-18)?
Ulisse è un uomo maturo, un uomo che “molto ha dovuto soffrire e molto vagare”; la sua odissea è l’odissea della vita di ognuno di noi: e tuttavia, con le sole armi della sua mente e lo scudo di un’acuta psicologia, nonostante le apparenze, non è non sarà mai un uomo vinto.
In questo spettacolo a rappresentare il viaggio di Ulisse è un gruppo di ragazzi che giocano a ripercorrere il lungo viaggio, ed è un gioco che hanno evidentemente fatto altre volte, poiché i ruoli e le parti sono tra loro ben definiti. Così ci mostrano l’origine delle disavventure dell’eroe greco (la mela di Afrodite e la guerra di Troia) e gli episodi più significativi del suo peregrinare (Penelope, Nausicaa, Calipso, Circe, Polifemo, Sirene)
Sulla scena si materializzano così personaggi della vicenda ma letti dagli improvvisati attori in chiave allegorica. In questo gioco, commenterà i vari accadimenti l’autore stesso, Omero, con una serie di interventi che sottolineano la condizione dell’animo umano di fronte alle disavventure e al fato al quale l’uomo è soggiogato. Un Ulisse naufrago che sottolinea la condizione dell’essere adolescente che sta crescendo e che si interroga se sarà disposto a rinunciare alle cose più care per raggiungere i propri obiettivi. Questo Ulisse riuscirà a rivedere la sua Itaca?
Sulla scena un gruppo di giovani attori, daranno vita ad un allestimento giocoso e divertito, che introdurrà un punto di vista nuovo e leggero sul poema omerico. Lo spettacolo si snoda tra il testo di Omero e testi scritti proprio dai ragazzi in scena. Uno strumento utile a ragazzi per affrontare l’Odissea fuori dalle aule e riportare validi stimoli di discussione e approfondimento.

INFO E PRENOTAZIONI
spettacoli@spazio14.it, 346.6050763
www.spazio14.it
Teatro Spazio 14, via Vannetti 14 – Trento IT

Biglietti: intero 8€, ridotto 6€ (allievi Spazio 14 e altre scuole di teatro, studenti UNITN, minori e over 65, militari)