Corso di teatro 2° anno

2° anno della scuola di teatro

Insegnanti: Elena R. Marino, Silvia Furlan, Ugo Baldessari

Durata del corso: 116 ore + eventuali ore supplementari di prove. Per il rilascio del certificato di frequenza occorre aver frequentato almeno 80% del totale di ore previste.

Inizio: giovedì 10 ottobre 2019 per chi ha già frequentato il I° anno presso la nostra scuola. Invece da giovedì 17 ottobre 2019 possibilità di fare le 2 lezioni di prova per chi vuole entrare direttamente al II° anno provenendo da altre scuole di teatro o esperienze teatrali.

Calendario: frequenza tutti i giovedì, tranne festività, fino a maggio 2020 + prove da concordare durante un week-end + week-end per lo spettacolo finale in data da concordare (usualmente durante un week-end di giugno).

Orari: dalle 20.00 alle 23.00.

Lezioni di prova gratuite: è possibile richiedere di partecipare ad alcune lezioni in forma di prova gratuita se in dubbio, se provenienti da altre scuole di teatro o con esperienza teatrale di almeno uno spettacolo.

Costo: 550 € in rata unica; oppure 590 € in tre rate: 300 € all’iscrizione, 190 € prima lezione di gennaio, 100 € prima lezione di marzo + 10 € iscrizione e tessera Teatrincorso

Sconti:

Under 29 e studenti UNITN: 499 € in rata unica; oppure 549 € in tre rate: 230 € all’iscrizione, 220 € prima lezione di gennaio, 99 € prima lezione di marzo + 10 € iscrizione e tessera Teatrincorso

Sconti scalari per iscrizione con pagamento della rata unica entro luglio (15%), agosto (10%), settembre (5%). Se dopo aver pagato la rata unica e aver frequentato le due lezioni di prova (solo quelle) l’iscritto decidesse di non proseguire, verrà restituita dalla segreteria l’intera cifra pagata (così anche nel caso in cui l’allievo non avesse mai frequentato per impedimenti personali).

N.B.: gli sconti non sono cumulabili.

Info: formazione(at)spazio14.it – cell: 346.6050763

Obiettivi

Dall’azione corale all’approfondimento del personaggio. Obiettivo del Corso di 2° anno è l’acquisizione di una maggiore consapevolezza nell’uso del corpo e della voce a fini espressivi. Si studierà e ci si allenerà per costruire una presenza scenica più articolata e ricca di sfumature, che permetta la graduale costruzione – anche attraverso tecniche guidate di improvvisazione teatrale – del personaggio.

Programma

Allenamento, allenamento! Ma se è un allenamento che esercita solo il corpo e non la testa, grazie tante! Non ho bisogno di attori che, per saper gestire, non sanno pensare. (Vsevolod Mejerchol’d)

Argomenti:

  • Storia e teoria del teatro
  • Fonetica e dizione
  • Tecniche di improvvisazione
  • Training: eutonicità ed euritmia
  • Analisi e interpretazione del testo
  • Scrittura creativa
  • Costruzione e studio del personaggio
  • Elementi di coreografia
  • Biomeccanica dell’attore
  • Costruzione e messa in scena di uno spettacolo teatrale con l’apporto creativo dell’attore

Durante il secondo anno di scuola di teatro assume particolare rilievo l’approfondimento degli elementi del training teatrale e della costruzione spettacolare secondo una prospettiva individuale. L’esperienza del lavoro all’interno del gruppo, iniziata durante il primo anno di corso, matura in un rapporto con i compagni che permette di acquisire maggiore sicurezza e quindi maggiore libertà esplorativa e creativa. In questa fase gli esercizi di esplorazione e controllo dei mezzi espressivi vengono eseguiti con una diversa consapevolezza, nata dal precedente percorso annuale e dall’esperienza del palcoscenico e del pubblico. Durante il secondo anno vengono esplorate con maggiore agio le tecniche di improvvisazione, il lavoro sulla voce e sul corpo, l’interpretazione del testo drammatico, ma soprattutto viene dato più spazio alla riflessione sulla costruzione individuale del personaggio. Si tratta dunque di un anno di corso che richiede la volontà di lavorare su se stessi, allo scopo di approfondire le tecniche, ma anche di iniziare a costruire un proprio percorso artistico. Oltre agli esercizi pratici verrà dato spazio alla conoscenza di base della storia del teatro, soprattutto secondo il punto di vista dell’evoluzione dello spazio teatrale. Il progetto di messa in scena costituisce una verifica di quanto studiato attraverso esercizi e teoria.

Viene richiesto al partecipante:
  • abbigliamento comodo di colore nero, possibilmente privo di loghi
  • calzini antiscivolo (oppure si può lavorare sul tappetino danza a piedi nudi)
  • quaderno di appunti e penna, inoltre matita e gomma per appunti e scrittura su copione
  • consigliato ma non obbligatorio: certificato medico di sana e robusta costituzione. In ogni caso si prega di comunicare preventivamente all’insegnante ogni genere di problema fisico anche di lieve entità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: