“Utopia”

UTOPIA

In scena il 29 giugno alle ore 20.30 presso il teatro di Spazio 14 con ingresso gratuito, “UTOPIA”, cinque pezzi originali nati dalla penna degli allievi per Corso di Drammaturgia e Regia dell’a.a. 201572016, che inseguono l’idea di una possibilità, di uno scarto dal presente o dal “normale”, di un affondo dentro la personalità o il mondo interiore dei personaggi. Sulla scena, versatili e impegnati in una prova di variazione sui personaggi, gli allievi giunti al secondo anno di corso Recitazione: Livia Serrao, Luigi Siviero, Gemma Toniolli, Silvia Marchesi, Barbara Zamboni.

I drammaturghi Annalia Bellan, Marianna Tentori, Novella Benedetti, Fabrizio Guerrieri e Aurelio Nappi hanno concepito cinque spettacoli brevi che spaziano dal genere comico al genere surreale, dall’impegnato all’intimo:


“Viola Bellabocca”

di Annalia Bellan, con Livia Serrao

Un destino, una storia, una fiaba, un’indagine, forse uno svelamento: cosa giace dietro la superficie di un volto, di un pensiero, di una vita qualunque?

Annalia Bellan: Annalia Bellan è nata a Treviso nell’ ottobre del 1995. Dopo anni nella pianura, giunge ai piedi delle montagne per motivi di studio. Nutrita con acquerelli e diapositive, ormai svezzata inizia a contribuire allo status di famiglia d’arte. Decide così di darsi alla danza popolare e alla scrittura. Fra il diletto e i concorsi letterari, mancava il testo vivo del teatro. Quale momento migliore per iniziare, se non ora?


“L’uomo perfetto”

di Marianna Tentori

Personaggi Interpreti: Beppe – Fabrizio Guerrieri, Emma  Barbara Zamboni, Ferdinando  Luigi Siviero, Marilena – Gemma Toniolli, Simona – Silvia Marchesi

Tre sorelle, molto diverse fra loro, vivono insieme. Tutte hanno un’esperienza sentimentale problematica alle spalle, ma ognuna è certa di aver imparato dai suoi errori e di avere alle altre qualcosa da insegnare… Nel grande caos dei rapporti sentimentali, il grande gioco a cui giocano tutti, ossia trovare il compagno perfetto, è questione di fortuna? Esperienza di vita? Oppure è un’utopia?

Marianna Tentori: Vent’anni, studentessa al primo anno di Giurisprudenza. Questa è la mia prima prova come drammaturga.


“Un’altra”

di Aurelio Nappi,

con Livia Serrao, Gemma Toniolli, Barbara Zamboni

In un bagno in ristrutturazione, l’articolato rapporto tra un’architetta e la sua carpentiera viene scosso dall’arrivo di un’altra manovale. Diffidenza, Pathos, Follia accompagneranno una vicenda che esaspera sentimenti fin troppo comuni.

Aurelio Nappi: Nato a Roma, innamorato della natura e fissato con l’equità sociale, poliziotto per mestiere, ha iniziato a studiare recitazione nel 1994 a Roma e ha continuato a Foggia poi a Milano. Dopo una breve pausa romana, quando aveva i figli piccoli in cui si è dedicato ad altre forme artistiche, nel 2007, laureato in comunicazione internazionale, si è trasferito a Trieste dove ha ripreso a studiare teatro e dove per le prime volte ha calpestato il palcoscenico. Sempre a Trieste con una piccola compagnia dilettante, ha realizzato un primo spettacolo scritto da lui. Raggiunta Trento, nel 2012 ha continuato a studiare regia e a realizzare piccoli spettacoli amatoriali finché, nel 2015, ha finalmente deciso di studiare drammaturgia allo Spazio 14.


“Stai serena”

di Novella Benedetti

con Livia Serrao, Luigi Siviero, Gemma Toniolli, Silvia Marchesi, Barbara Zamboni

Lei, un lavori part time fuori casa ed uno full time in casa. Una mamma insomma. Lui, uomo in carriera, aspirante politico di successo. Una sfida: diventare segretario di partito. Le cose però non andranno esattamente come pensa lui…

Novella Benedetti: nata a Trento, da oltre un decennio mi occupo di formazione e comunicazione per organizzazioni sociali ed aziende for profit. Collaboro con Vita Trentina ed Unimondo come giornalista pubblicista; appassionata di documentaristica, recentemente mi sono sperimentata in un cortometraggio prodotto dall’Associazione Trentina con i Balcani – “Oltre il manicomio. La psichiatria di comunità a Kragujevac” – ed un lungometraggio prodotto dalla Decima Rosa Film Production e proiettato alla sezione “Nuovi Orizzonti” del Trento Film Festival, dal titolo “Non si può vivere senza una giacchetta lilla”. Sentendo il bisogno di un po’ di struttura, mi sono quindi avvicinata al corso di drammaturgia, imparando a giocare un po’ anche con un nuovo mezzo espressivo (per me!): il teatro.


“Viaggio a sorpresa”

di Fabrizio Guerrieri

con Livia Serrao, Luigi Siviero, Gemma Toniolli, Silvia Marchesi, Barbara Zamboni

Le ossessioni di un semplice travet che sogna di evadere dalla banale quotidianità lo portano ad immaginare un viaggio popolato da donne bellissime ed amanti affascinanti. In una Parigi dove da semplice impiegato si sente un protagonista verrà respinto da tutti nel momento in cui non potrà più soddisfare le voglie di una città dove sentimenti ed aspirazioni vengono tritati. Un sogno che si trasforma in un incubo o in semplice realtà.

Fabrizio Guerrieri: Fabrizio Guerrieri nato a Bolzano nel 1950, adottato da Roma ancora lattante, finisce a Trento per lavorare in banca. Finito il ciclo
lavorativo, pensione, decide di dedicare il proprio tempo libero al bene
altrui. Si iscrive ad una scuola di Teatro come allievo…pronto al
nuovo cimento per divertire e divertirsi. La scelta è calata su Teratro
Spazio 14 solo dopo una lunga e ponderata nottata di incubi. Dopo 3 anni
da allievo ed uno nel laboratorio, decide di diversificare la sua
presenza nella scuola e si iscrive al Corso di Drammaturgia. Nel suo
primo lavoro “VIAGGIO A SORPRESA” cerca di inserire i vari insegnamenti
ricevuti come attore ed elabora uno spettacolo lineare nella storia ma
con un finale a sorpresa. Il lavoro, però, verrà presentato a solo a
Settembre a causa della chiusura estiva della scuola. Pertanto Vi invito
fin da ora a vedere lo spettacolo che spero vi diverta almeno quanto ha
divertito me nello scriverlo.


L’iniziativa è presentata nell’ambito del progetto TRASFIGURAZIONI 2016, realizzato dal C.U.C. con il contributo dell’Opera Universitaria e Università degli Studi di Trento

Iniziativa inserita in UNIVERSITÀ ESTATE 2016.