“Wish You Were Here” (EROS project) / performance – Carla Esperanza Tommasini

24/01/09 – ore 20:45 – Spazio 14

Carla Esperanza Tommasini / Trento-Londra / “Wish You Were Here” (EROS project) / performance

Nata in Venezuela e cresciuta in Italia, Carla Esperanza vive e lavora a Londra dove collabora con la Pacitti Company e lo Spill Festival of Performance.

A Lover’s Discourse’ – Drawing from personal mythologies and inspired by Roland Barthes ‘A Lover’s discourse’, Carla Esperanza developed this solo performance around the idea of the soliloquy of the lover and the images that characterize the status of the subject in love. Exploring notions of desire, identification, absence and the fragility of the love relations, Carla Esperanza plays with objects, words and their repetition trying to give a shape to inexpressible feelings. Combining theatre, performance and live sound interventions, in collaboration with Ootchio, ‘Wish you were here: a Lover’s discourse’, aims to embark the audience in a visceral journey through a detailed anatomy of desire and a celebration of love… with a touch of magical alchemy.image

Discorso di un amante – Tratto da mitologie personali e ispirato ai “Frammenti di un dialogo amoroso” di Roland Barthes -, Carla Esperanza ha sviluppato questa performance intorno all’idea del soliloquio dell’amante e le immagini che caratterizzano lo stato del soggetto che ama. Esplorando le nozioni di desiderio, identificazione, assenza e fragilità delle relazioni d’amore, Carla Esperanza gioca con gli oggetti, le parole e le loro ripetizioni tentando di dare una forma a emozioni inesprimibili. Combinando teatro, performance e interventi sonori dal vivo, in collaborazione con Ootchio, “Wish you were here: discorso di un amante”, mira a condurre il pubblico in un viaggio viscerale attraverso una dettagliata anatomia del desiderio e una celebrazione dell’amore… con un tocco di magica alchimia.

Carla Esperanza Tommasini nasce in Venezuela e  cresce in Trentino, si laurea in seguito al DAMS presso l’universita’ di Bologna  e decide di trasferirsi in Inghilterra.
A Londra frequenta un Master in Contemporary Performance presso la Brunel University, esperienza che la porta a sviluppare un percorso creativo incentrato sulla solo-performance. Negli anni frequenta molti corsi e workshop nel campo del teatro di ricerca e della performance/live art con artisti internazionali (Odin Teatret, Fret/Ziolkowski – Grotowski center, Tadashi Endo – butoh, Jurj Alschitz, Guillermo Gomez Peña/La Pocha Nostra, Phil Minton, Kira O’Reilly, Stelarc, Goat Island).

Ha preso parte a varie produzioni in Europa ed in Inghilterra, in collaborazione tra gli altri, con Guillermo Gomez Peña e Pacitti Company, di cui e’ al momento associate artist.

Parallelamente a queste partecipazioni, collabora in vari progetti, tra cui Brainstorming – camera di decompressione per spettatori, con Elisa Fontana, progetto di critica teatrale presentato a Drodesera 07/08 e a Es.Terni Festival.

In aprile 2008 e’ stata selezionata come artista al progetto RELOADING IMAGES, che la ha portata a partecipare in ottobre ad una piattaforma di ricerca artistica nella citta’ di Damasco con un gruppo selezionato di artisti internazionali e siriani, progetto che si concludera’ con una pubblicazione a maggio 2009. Di seguito a questa esperienza e’ entrata a far parte dell’organizzazione di RELOADING IMAGES e sta lavorando, in collaborazione con altri partecipanti, alla realizzazione della prossima edizione del progetto nel 2010.

Di seguito a questa esperienza ha iniziato una collaborazione con Sarah Rifky, una critical theorist egiziana, che ha postato alla realizzazione della performance ‘A short lesson on border-crossing, presented by Chantal’, una performative lecture su fraintendimenti culturali e  scontri di identita’, che verra’ presentata prossimamente a Lisbona (gennaio 2009) alla galleria PLATAFORMA REVOLVER e a Londra in febbraio alla Southwark Playhose.

In Aprile 2009 presentera’ il suo ultimo lavoro ‘Tears of Eros’ all’interno di SPILL Festival of Performance a Londra, come lavoro conclusivo di un trittico di lavori sull’amore e l’erotismo.

Al momento lavora come project manager per Pacitti Company, nell’organizzazione di un progetto fotografico che vedra’ la realizzazioni di un mazzo di tarocchi,‘SPILL Performance Tarot’ per SPILL Festival of Performance in collaborazione con 22 artisti internazionali (tra cui Raimund Hoghe, Ron Athey, Needcompany, Franko B) e il fotografo di performance Manuel Vason.

Collabora nei suoi lavori con il musicista elettroacustico Salvatore Arangio che presenta il suo lavoro sotto il nome di Ootchio.
La sua ricerca personale nella produzione del suono si muove attorno a parole chiave come elettroacustica, computer music, acusmatica, drone, noise, ambient. Ha recentemente presentato una performance multimediale in collaborazione con l’artista trentino Massimo Vicentini aka Koan01 al Mart, parte del festival Futuro Presente.