ETERNeTÀ 16 aprile al Museo di Scienze di Trento

ETERNeTA’

la vecchiaia può attendere 

Teatrincorso in collaborazione con il Museo delle Scienze

Martedì 16 aprile ’13 

ore 20.30

presso Museo delle Scienze, Via Calepina, 14 – Trento

Pass-ages_12

Testi: Elena R. Marino e Lucia Martinelli

In scena: Silvia Furlan e Lucia Martinelli

Allestimento, video e audio: Elena R. Marino

Organizzazione: Clara Coser in collaborazione con il Museo delle Scienze

Con il contributo di: Provincia Autonoma di Trento, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Comune di Trento, C.U.C. Trento per il progetto “La dimensione umana” e Ass. Cult. Teatrincorso per il progetto “Riti di passaggio/This is the box”.

Durata: 60’

 

La compagnia Teatrincorso presenta una nuova tappa della sua ricerca nell’ambito del progetto biennale 2012/13 "Riti di passaggio/This is the box", che focalizza le tematiche del vissuto temporale e della codifica sociale e politica delle età dell'essere umano. 

Dopo "Cantiere aperto" (evento collettivo) e "Pass/ages" (spettacolo teatrale), e prima dell'appuntamento finale previsto per dicembre con la nuova produzione "This Is The Box", la nuova tappa proposta per il 16 aprile presso la vecchia sede del Museo delle Scienze in via Calepina a Trento, ormai in viaggio verso il ‘nuovo’ MUSE, si intitola "ETERNeTA’ / La vecchiaia può attendere".

L'allestimento, site specific, vede il contributo della biologa Lucia Martinelli, che dopo una vita in laboratorio in Italia e all'estero, dal 2011 è ricercatrice presso il Museo delle Scienze di Trento nell'area scienze e società.

In ETERNeTÀ l'arte incontra la scienza, in una commistione di linguaggi e saperi squisitamente complementari che accompagnano il pubblico in un percorso fra scene, immagini e conoscenze pronte a colpire l'immaginazione, le emozioni, e la razionalità di ognuno. 

Questo lavoro prosegue l’analisi del "passaggio di testimone", il ciclo biologico e sociale che ci vede soggetti/oggetti di un avvicendamento tra vecchio e giovane, variamente vissuto quale dramma dell'io, destino biologico ineluttabile, opposizione a fatale declino, fra modalità consumistiche e follia egocentrica. 

Sulla scena, alternando parti recitate, spiegazioni scientifiche, letture e videoproiezioni, un’attrice (Silvia Furlan) e una ricercatrice (Lucia Martinelli) affronteranno vari punti di vista sugli intensi legami tra corso (‘naturale’) della vita, società e sviluppo dell’individuo che le diverse età ci propongono, tentando di rispondere a una questione centrale dei ‘riti di passaggio’: la scienza può consentirci di sfuggire, in qualche modo, ad un ciclo biologico ‘a termine’? 

 

Durante la serata sarà offerta una degustazione della Cantina Pojer e Sandri di Faedo.

 

Info e prenotazioni:

reception Museo delle Scienze

0461.270311 

346.6050763

da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 17:00

biglietto € 5,00

http://www.spazio14.it  

promozione@teatrincorso.it

Lascia un commento

venti − 9 =