Torna “L’avaro” di Molière, prodotto da TS14

LIVE ACT 09/10
Teatrincorso Spazio14 e C.U.C. Circolo Universitario Culturale

L’AVARO
da Molière
TS14 Teatro

domenica 22 novembre 2009 – h 20.45
Teatro San Marco – Trento

Dopo la straordinaria esperienza di sperimentazione avuta a Magazzino X, gli spettacoli del festival Live Act ‘09/10, organizzato da Teatrincorso Spazio14 e Circolo Universitario Culturale (C.U.C.), tornano sul palcoscenico tradizionale.

Domenica 22 (ore 20.45) al Teatro San Marco di Trento il protagonista sarà “L’Avaro” da Molière, messo in scena da TS14 Teatro, gruppo nato dal laboratorio permanente di teatro dell’Accademia dello Spettacolo e della Comunicazione di Trento. (info: www.spazio14.it – liveactts14@gmail.com – 0461 261958, 346.6049354)

Dopo il grande successo di critica e di pubblico avuto lo scorso giugno e a forte richiesta viene riproposta, nell’ambito di Live Act 09/10, la celebre opera di Molière, per la regia di Elena Marino, in una rilettura modernizzata del testo, a un tempo beffardamente comica e profondamente drammatica.

Scritto nel 1668, L’avaro è la ventiseiesima commedia di Molière, tradizionale nella struttura e nella vicenda. L’avaro di TS14 si muove tra i poli estremi di un’interpretazione farsesca e di una lettura aperta alle suggestioni drammatiche, e a volte addirittura tragiche, di un personaggio che la febbre dell’oro condanna a una spietata solitudine.

Il denaro come amore nero e patetico che divora se stesso, che tutto condiziona, travolge e dirige, talvolta nel calore della passione abnorme, talora nel freddo rigore dell’opportunismo. Quale ossessione maggiore di quella che tutto a sé vorrebbe tenere, per implodere in un universale buco nero che più nulla lascerebbe uscire né disperdere, per negare ogni consumo e scialacquio di sentimenti e sostanze? Così mostruosamente appassionato è l’eroe di Molière, l’odioso avaro che troppo bene rispecchia un tratto fondamentale dell’essere umano: la paura di morire, di passare, di trascorrere e dunque il terrore di consumare, spendere, regalare.

L’avarizia estrema come avidità profonda di tutto, sclerotizzata dal proprio impeto che ogni cosa vorrebbe bloccare nel buio polveroso d’una cassaforte: i sentimenti, l’amore, la giovinezza, i beni posseduti e soprattutto il denaro, essenza che li rappresenta. Ossessionato dalla perdita, il nostro avaro s’illude di poter controllare tutto e tutti, ma si ritroverà infine sgretolato in una follia solitaria, travolto nella danza d’un meccanismo perverso ormai sfuggitogli di mano.

Ad interpretare la commedia, gli allievi del laboratorio permanente di TS14: Monica Cau, Serena Dallabetta, Michele Comite, Lara Finadri, Elisa Pelagano, Elia Pedrotti, Francesca Pesce, Giuseppe Scarfi, Stefano Schivo, Giuseppina Spagolla, Massimiliano Tardio, Alessio Tolotti e Ausilia Vitagliano.

Lo spettacolo prevede un biglietto di ingresso (10 euro intero, 8 il ridotto, 6 il ridotto per allievi scuole di teatro, 3 euro per gli studenti dell’Università di Trento).

Live Act è un evento organizzato da Teatrincorso, C.U.C., con la collaborazione di 090909 e con il sostegno di Provincia Autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento e Opera Universitaria di Trento.

Info
www.spazio14.it
liveactts14@gmail.com
0461 261958
346 6049354

Lascia un commento

2 × 3 =